Archivi del mese: marzo 2011

MARCO LISEI IL DIRIGENTE BOLOGNESE DEL PDL CHIEDE UN INTERVENTO DELLA REGIONE


Marco LISEI, penalista, trentatreenne, fa parte del coordinamento del PdL bolognese. L’età e il ruolo gli garantiscono una buona confidenza con la tecnologia digitale.

E sull’incremento degli impianti wi-fi nel centro Città non ha tentennamenti di sorta.

<<Difficile essere contrari a una proposta come quella del Carlino. Renderebbe la Città più appetibile a livello commerciale e turistico, perciò va portata sicuramente avanti insieme alle associazioni di categoria>>.

L’unanimità della politica al riguardo è una piacevole sorpresa.

<<Forse perché a volte le idee più facili da realizzare vengono lasciate cadere. Come se la semplicità fosse un difetto>>.

In questo caso concordano tutti sul fatto che il progetto sia utile per la Città.

<<E anche relativamente poco costoso se consideriamo che Provincia e Regione spendono somme scandalose per iniziative assurde …>>.

Tipo?

<<Finanziano pseudo corsi di formazione per attività agricole in Palestina e amenità del genere>>.

 Meglio dirottare quei fondi su progetti come il wi-fi a Bologna, dice lei. Ma la Regione deve pensare anche ad altre Città.

<<Qui entriamo in un ambito strettamente politico. La nostra critica maggiore riguarda il fatto che, su Bologna, I’Emilia Romagna ha sempre investito poco. Ha preferito distribuire le risorse su più fronti, creando un policentrismo che ha indebolito la nostra Città>>.

Policentrismo è una parola difficile.

<<Diciamo che ha creato diversi poli fieristici e diversi poli turistici, dividendo i finanziamenti fra tutti. L’economia di Bologna ne ha risentito pesantemente. Molti fondi sono andati in Romagna, forse perché gli interessi di Errani vanno in quella direzione. Solita logica di sinistra: diamo poco a tutti, così nessuno emerge e nessuno si distingue>>.

Un efficiente sistemo di wi-fi in Città sarebbe un fiore all’occhiello per Bologna.

<<E’ un’idea molto innovativa é quindi restituirebbe al capoluogo un po’ del lustro che ha perduto. Da sola non basta di certo, ma se non si comincia dalle cose piccole, realizzabili e facilmente condivisibili non si parte mai>>.